Va trasmesso al Giudice competente l’appello malamente proposto ed è illegittima l’eventuale dichiarazione di inammissibilità

Buone notizie per coloro che, specie a seguito dell’istituzione del tribunale di Napoli Nord, hanno proposto impugnazione alle sentenze del giudice di pace di Aversa davanti al primo, senza considerare che, per la regola della perpetuatio iurisdictionis, andava proposto dinanzi al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Con recentissima decisione a Sezioni Unite del 14/09/2016, (ud. 07/06/2016, dep.14/09/2016), n. 18121, la Corte di Cassazione, componendo il contrasto che si era determinato tra Sezioni Semplici ha affermato che “l’appello proposto dinanzi ad un giudice diverso da quello indicato dall’art. 341 cod. proc. civ. non determina l’inammissibilità dell’impugnazione, ma è idoneo ad instaurare un valido rapporto processuale, suscettibile di proseguire dinanzi al giudice competente attraverso il meccanismo della translatio iudicii, sia nell’ipotesi di appello proposto dinanzi ad un giudice territorialmente non corrispondente a quello indicato dalla legge, sia nell’ipotesi di appello proposto dinanzi a un giudice di grado diverso rispetto a quello dinanzi al quale avrebbe dovuto essere proposto il gravame”.